Il blog di Ristrutturazione Case

Milan
26 Mar, Tuesday
15° C
TOP
living-grès-porcellanato

Parquet o grès effetto legno?

Il parquet è da sempre uno dei rivestimenti per la casa più amati e desiderati. Caldo, avvolgente e naturale il pavimento in legno è un must quando si deve scegliere come rivestire la propria abitazione, sia questa nuova o ristrutturata. Presenta però, essendo un materiale del tutto naturale, diverse controversie che spesso fanno cambiare idea e portano ad una scelta più funzionale e pratica senza rinunciare all’estetica, il grès porcellanato effetto legno. Simili, ma completamente differenti, andiamo a scoprire qualcosa in più.

Il parquet: calore e naturalezza

Il legno non è soltanto uno tra i materiali prediletti per il suo design caldo e insieme accattivante, ma anche per una questione più pratica e casalinga. Camminare a piedi scalzi per casa su un pavimento in legno non ha eguali: anche nelle sere invernali più fredde il parquet riesce a regalare calore e un senso di armonia unico al tatto.

Sul mercato esistono un’infinta varietà di parquet in base al budget che si vuole spendere, alla tipologia di colore e a come si completa con l’ambiente circostante. Troviamo legni pregiati come il rovere, ma anche altri come l’acero, il ciliegio e tanti altri. Ognuno con caratteristiche, venature e colori differenti.

Si può utilizzare il parquet in cucina? Una delle domande più frequenti proprio perché ormai ci troviamo sempre più spesso di fronte ad ambienti open space. La risposta è sì, purché ci si affidi a professionisti seri che consiglino il parquet migliore per la cucina, una zona ancora più soggetta ad usura.

cucina-parquet-rustica

Uno dei fattori che portano a non scegliere il parquet per rivestire la propria casa è proprio la manutenzione. Il legno necessita di costanti e continue cure e accortezze, al fine di preservarne la bellezza originaria. Graffi, macchie o ancora peggio umidità risultano dei fattori di rischio che potrebbero rovinare il parquet. Ecco perché in zone più delicate come la cucina si ricorre a materiali più durevoli e forti, tra questi troviamo il parquet in teak.
Il teak lo si trova spesso anche in un’altra zona della casa dove sembra pericoloso utilizzare una pavimentazione in legno: il bagno. Una perdita d’acqua potrebbe compromettere parte del pavimento e rovinarlo, ma esistono accortezze e scelte di materiali che evitano questo tipo di preoccupazione.

Quando si ristruttura un’abitazione solitamente si tende a scegliere un’unica pavimentazione ad esclusione del bagno, dove si utilizzano piastrelle, marmo, resina ed altri materiali più indicati. Ma per i più affezionati si può inserire senza paura anche il legno. Come nell’esempio qui sotto, il parquet riesce a donare una sensazione di intimità unica.

parquet-bagno-design

Effetto legno: il grès porcellanato

Per chi non vuole rinunciare ad un pavimento che ricorda il legno in ogni sua caratteristica il grès è un ottimo compromesso sia in termini di estetica che di costi più contenuti. Piacevole alla vista, il grès porcellanato di qualità riprende fedelmente quello che è il parquet sia nei colori che nelle venature tipiche del legno.

Il vantaggio? Sicuramente un pavimento che necessita di manutenzione quasi nulla e che non è esposto ad un usura paragonabile al parquet. Inoltre trattandosi di grès è possibile posizionarlo in ogni ambiente della casa senza alcuna preoccupazione. L’unico punto a sfavore, forse il più incisivo, è che il grès non potrà mai raggiungere il senso di calore di un parquet caldo.

camera-grès-pavimento

Nonostante questo è uno dei materiali più richiesti durante le ristrutturazioni di case per la sua versatilità e praticità. Un buon compromesso per chi vuole un finto legno, molto più pratico da gestire.

E voi, siete fedeli al parquet o amate questi ibridi che lo richiamano nell’effetto?